Cassano Irpino: storia e attività

31 marzo 2017 » Alta Irpinia Irpinia Trasferirsi in Alta Irpinia

Cassano Irpino: storia e attività

Ciao e benvenuto nel nostro blog! se ci hai conosciuto soltanto adesso perchè stai cercando di trasferirti in Alta Irpinia e vuoi raccogliere quante più informazioni possibili sui comuni che la compongono, ti consiglio di iniziare a leggere dall’articolo comprare casa in Alta Irpinia. Con la lettura di questo articolo inizierai un viaggio nei sapori e profumi della provincia di Avellino, ricca anche di storia, arte e posti incantevoli. Dopo aver parlato del perchè trasferirsi ad Andretta o a Sant’Angelo dei Lombardi, quali meraviglie osservare a Caposele o nell’Oasi del WWF del Lago di Conza, oggi scopriamo Cassano Irpino, località dalle storiche origini.

 

Storia di Cassano irpino

Cassano Irpino è un comune in provincia di Avellino situato tra i monti Picentini e il fiume Calore Irpino. La sua storia è molto antica, si pensa risalga addirittura ad un’epoca pre-romana, e in modo certo all’epoca romana. Cassano Irpino già allora era già un centro attivo come dimostrano i numerosi reperti rinvenuti e conservati al Museo Irpino di Avellino. Si trovano documenti storici e alcuni reperti come ad esempio una lapide che riporta i nomi dei sei magistri mercuriales (addetti al controllo dei prezzi delle merci) che testimoniano la presenza in città del Forum Felix, il centro delle attività commerciali.

 

Cassano Irpino in epoca romana era un centro molto attivo e importante vista la sua posizione lungo la strada che collegava la Valle del Sabato a quella del Calore. Nel medioevo fu costruito il castello in cima al colle che domina il paese, faceva parte del Gastaldato di Montella, ormai ne rimangono solo i resti. Sorto probabilmente sotto il dominio Longobardo nel corso dei secoli e oggetto di trasformazioni e ampliamenti, Il castello divenne sede del feudatario e intorno ad esso iniziò a formarsi il primo nucleo abitato fino a divenire il centro abitato.

Dal 1445 il castello prese il nome di palazzo Baronale e venne abitato da Garcia I Cavaniglia che comprò i feudi di Montella, Bagnoli Irpino e Cassano Irpino da Re Alfonso d’Aragona. Venne restaurato nel XVI secolo, ed oggi la parte alta del palazzo è rappresentata da ruderi, mentre la parte bassa è quella meglio conservata poiché è la parte che ha visto il restauro.

Castagne Sagre e attività

Il prodotto per eccellenza di Cassano Irpino è la castagna di Montella, di cui è tra i maggiori produttori della zona. A fine Ottobre si tiene la Sagra della Castagna I.G.P. che si svolge tradizionalmente tra le vie del centro storico. Durante l’anno a Cassano Irpino è possibile partecipare anche a rievocazioni storiche come Ritorno al Medioevo, organizzata dalla pro loco del posto a cui è possibile rivivere squarci del periodo medievalecon costumi e tradizioni. Dalla cultura religiosa del posto prende invece vita la festa patronale dedicata al patrono di Cassano Irpino, San Bartolomeo Apostolo. Le strette viuzze, i portali in pietra o le edicole funerarie romane ancora visibili caratterizzano il borgo medievale. Da visitare le chiese di Santa Maria la Longa e di San Bartolomeo e da non farsi mancare un assaggio dei sapori tipici del posto che oltre le castagne offre maccaronari e fagioli paesani, mogliarielli, scamorza arrostita, baccalà con peperoni, provolone impiccato e ottimo vino. Tutto questo lo trovate racchiuso in questo piccolo paese di antiche origini e tradizioni che arrivano fino a noi.

LIONI s.r.l. - Piazza della Vittoria, 44 - 83047 Lioni (AV)

Telefono: +39 0827 224933

Fax: +39 0827 224933

Mobile: +39 329 6062115